Ottenere un prestito senza garanzie


In un periodo di crisi economica come questo sono purtroppo tante le persone senza lavoro, i disoccupati che hanno bisogno di ottenere prestiti e finanziamenti per uscire dalla condizione di precarietà in cui si trovano. Per tale motivo, mentre aumenta la domanda di prestiti da parte di queste persone, nello stesso tempo sono sempre più numerose le agenzie finanziarie e le banche che concedono finanziamenti online senza busta paga. In caso di prestito personale per disoccupati,è evidente che questi non possono fornire alcuna garanzia. In genere, infatti, per ottenere un finanziamento più facilmente si utilizza la figura del “garante”, ossia colui che, in caso di insolvenza del sottoscrittore del prestito, si obbliga a rimborsare di tasca propria l’ente creditore. Non tutti, però, hanno la fortuna di poter contare su un familiare o un amico disposto a ricorpire questo ruolo a garanzia del debito. Eppure è possibile ottenere un prestito senza garanzie, dato che oggi banche e finanziarie hanno dovuto adeguarsi ai tempi di crisi che viaviamo.

E’ importante però prestare attenzione alle condizioni stabilite per l’ottenimento di un finanziamento senza busta paga. Generalmente gli istituti di credito e le finanziarie cercano di fissare condizioni favorevoli per il cliente, ma a volte questo non succede. Ci sono banche e agenzie che, per tutelarsi dal rischio di insolvenza di un prestito personale senza busta paga, fissano un tasso di interesse leggermente superiore alla norma. Conviene, quindi, verificare che il tasso rientri in quello “soglia” stabilito nelle tabelle della Banca d’Italia. Diversamente, potrebbe trattarsi di un tasso usurario. Un’agenzia di prestiti senza busta paga solitamente si rivolge a persone che non possiedono un reddito fisso, ad esempio le casalinghe. Le modalità di richiesta di un finanziamento senza busta paga prevedono che vi siano forme alternative di garanzie del prestito: ad esempio, appartamenti, case, box di proprietà del richiedente, oppure beni mobili di un certo valore (gioielli, libri, quadri, ecc.). Se risulta difficile provare l’esistenza di tali garanzie si può sempre mostrare all’ente erogatore di percepire un reddito anche a nero.

Se il richiedente è un cattivo pagatore ed anche protestato potrà accedere ai prestiti per cattivi pagatori senza busta paga. Tali finanziamenti vengono attraverso lo strumento delle cambiali, in modo che la banca o la finanziaria concedente possa rivalersi facilmente in caso di insolvenza. Anche in questo caso, occhio al costo complessivo del prestito: potrebbe risultare leggermente più alto della norma a causa del tasso di interesse maggiorato.

Altro caso abbastanza comune di prestito senza garanzie riguarda gi studenti, che per la loro particolare condizione possono però accedere ai c.d. “prestiti d’onore” riservati ai più meritevoli. Da un pò di anni a questa parte sono proprio le Università a stipulare con le banche accordi per far ottenere un finanziamento senza busta paga agli studenti che presentano determinati requisiti di reddito e di merito.

Richiedere un prestito senza lavoro è quindi possibile, anche perchè la busta paga non rappresenta l’unico strumento per dimostrare l’effettiva sussistenza di un reddito. Sono tante le persone che possidedono redditi derivanti da altre fonti, quindi basta che siano effettivamente dimostrabili ed il gioco è fatto.