Come diventare Bagnino: alcuni consigli


Avere un lavoro al giorno d’oggi è molto importante, anche per i giovani, in quanto permette di essere autonomi e autosufficienti. Molti ragazzi che possiedono buone capacitá notatorie scelgono infatti di intraprendere una carriera da bagnino durante i mesi estivi. Divetare bagnino non è semplice, ed è proprio per questo che si possono seguire dei piccoli consigli per diventarlo.

1. Seguire un corso di abilitazione
Per essere un bagnino non basta solamente saper nuotare discretamente, ma è necessario seguire un corso di abilitazione della Società Nazionale di Salvamento, magari frequentando anche il corso BLS o BLS-D.

2. Iscriversi quando ci si sente pronti
Si può essere bagnini dall’età di 16 anni fino ai 65 anni, l’importante è iniziare il percorso da bagnino quando si è pronti, in quanto è un lavoro molto serio e non va assolutamente preso alla leggera. Per fare il bagnino bisogna infatti credere nelle proprie capacità, avere una buona autostima ed essere persone autonome, estroverse ed aperte a nuove relazioni.

3. Prendere l’attestato sia per piscina che per mare
Ovviamente la scelta è personale, tuttavia prendere un attestato “completo” vuol dire avere maggiori opportunità di lavoro in futuro.

4. Imparare ad avere sangue freddo nelle situazioni
Un bravo bagnino deve mantenersi sempre razionale durante lo svolgimento del suo lavoro, in particolar modo nel momento del salvataggio o della rianimazione. Non può infatti permettersi di entrare nel panico, in quanto ciò potrebbe mettere maggiormente a rischio la vita della persona in questione.

5. Approfittare delle occasioni lavorative
Una volta preso l’attestato bisogna pensare a farsi pubblicità ed essere pronti a cogliere al volo le occasioni lavorative, senza preoccuparsi di trovarsi lontano da casa.